Che-Fare. Storia di una sconfitta: la mappa della metropolitana di New York secondo Massimo Vignelli

C’è chi la racconta come la storia di una sconfitta, chi come un momento chiave per la storia del design moderno. È la sera del 20 aprile 1978 e a New York va in scena il dibattito tra il designer modernista Massimo Vignelli, e John Tauranac, presidente del comitato che per la mappa della New York Metropolitan Transit Authority. John Tauranac è profondamente contrario alla mappa della metropolitana progettata da Massimo Vignelli nel 1972 e, per bocciare il progetto, ha coinvolto psicologi, urbanisti, designer, cittadini della classe media che ogni giorno si muovono lungo quelle linee sotterranee.

Read the article

Read also

Il Foglio. Niemeyer postumo e vinicolo

L'ultimo progetto dell'archistar brasiliana è una cantina, a dieci anni dalla morte.

Domus. Venturi Automobiles, from electric supercars to lunar rovers

In space, the new challenge is mobility. So, after having designed electric vehicles capable of operating in extreme conditions, the…

Domus. 250 online posters to celebrate the 90th anniversary of Massimo Vignelli

Vignelli90 is an initiative to celebrate the 90th anniversary of the great Italian graphic designer, who died in 2014. With…

Il Foglio. Costa Azzurra Design

In vendita Le Trident, biglietto da visita di Barry Dierks, che progettò le estati dell'età del jazz. Vogliono 18 milioni.